La canzone in cui viviamo - Vincenzo Incenzo

Recensione di - 17-11-2011
Scheda libro e prezzo su:
Amazon
IBS
La canzone in cui viviamo - Vincenzo Incenzo

“Strada facendo ha gridato viva l’Italia, quella dimenticata e quella da dimenticare. Ha aspettato l’anno che verrà, un’albachiara, si è toccata l’America, si è sentita splendida splendente. Non ha avuto paura di tirare un calcio di rigore e ha cercato ostinatamente un centro di gravità permanente (…) Ha urlato nelle risaie, ha girato nei solchi di un vinile, si è persa nei labirinti della rete”.

Il soggetto, dite? La canzone, secondo la vis poetica di Vincenzo Incenzo nel suo libro fresco di stampa per No Reply (“La canzone in cui viviamo”). Buona parte della musica che abbiamo attraversato, in cento(uno) “schede” di brani colonna sonora, tormentone, cantautorali di gran classe, di grana grossa zona pop music; per un’ideale play list tuttigusti che accontenta - o invece scontenta? - tanto l’intellettual-chic quanto la canonica casalinga di Voghera. Incenzo maneggia in prima persona parole e partiture (ha scritto per Dalla, Zero, Endrigo, PFM, Vanoni), sa benissimo di cosa scrive quando scrive di canzoni, regge in scioltezza la media distanza (oltre 200 pagine fitte) e accompagna sovente i suoi commenti musicali all’analisi sociale degli anni e i giorni che le hanno viste nascere (si parte da "Bella ciao" si arriva a "Controcultura" di Fabri Fibra). Il fatto che gli ultimi Zarrillo e Venditti siano - per chi scrive - da denuncia a piede libero e invece alberghino in suite di lusso tra le pagine di questo libro, non inficia sul giudizio complessivo (de gustibus, no?).

“La canzone in cui viviamo” va assunto come un compendio onesto, privo di prosopopea intellettuale, redatto con cuore e con cura, senza giocare al risparmio. Un libro che - a tratti - procede, quasi, a passo di romanzo, denso com’è di aneddoti, retroscena, incontri, amarcord, collaborazioni. Incenzo si appassiona allo specifico che tratta - si vede e si sente -, sconosce il finto aplomb del critico professionista, si sbilancia. Mastica da una vita versi e poesia, e a partire dall’incipit se ne giova, per colorare pastello un po’ della sua prosa migliore. Poi -saltando di palo in frasca e a ben leggere tra le righe - il volume aiuta anche a dissipare il dubbio (miope) che trattasi, in fondo, solo di canzonette. E nella fattispecie non posso che produrmi in sorrisi da spot (è una vita, se permettete, che predico sull’importanza dell’impatto sociale di una canzone) e applaudire con convinzione.

© Riproduzione riservata

Confronta il prezzo su:
Amazon
IBS

lascia il tuo commento 

1 Commenti all'articolo

I libri più cliccati oggi

Ami leggere?

Seguici, commenta le recensioni e consiglia i libri migliori da leggere

Novità libri

Scrivi una recensione

Diventa un collaboratore

Siti amici

sei uno scrittore?

Segui i nostri consigli e promuovi il tuo libro gratis con Sololibri.net

Consigli per scrittori

Ti presento i miei... libri

Uno scrittore ci racconta un libro

Seguici

Twitter Google Plus