I fuochi del Nord - Derek Nikitas

Recensione di - 30-03-2012
Acquista scontato su:
Amazon
IBS
I fuochi del Nord - Derek Nikitas

“I fuochi del Nord” è un romanzo che mi ha incuriosito fin dalla prima volta che ne ho letto la trama; grazie a SoloLibri.net ho avuto l’opportunità di leggerlo e devo ammettere che ha superato ogni mia più rosea aspettativa. Mi aspettavo un giallo classico, di matrice scandinava – pur non essendo ambientato in Svezia, infatti, attinge gran parte della sua carica evocativa dalla mitologia nordeuropea –, probabilmente condito da un sapiente tocco di azione; non ero certo preparata a leggere un romanzo così eclettico, che scavalca, supera e sintetizza generi letterari diversi, creando un’opera unica nel suo genere ed estremamente originale, oltre che ben scritta.

La neo-nata collana Revolver (casa editrice BD) e l’autore, Derek Nikitas, regalano al lettore una favola noir in cui il thriller e la fantasia si incontrano per dar vita a una trama ricchissima di colpi di scena, altamente imprevedibile, che catapulta il lettore in un mondo in bilico tra realtà e mito. Affascinante è anche l’ambientazione, una provincia americana che in pochi hanno saputo descrivere realisticamente come Nikitas, che riesce a essere crudo e al tempo stesso commovente, fornendo ai lettori affreschi e immagini così particolareggiate da poter ambire a replicare quasi la realtà.

Lucia Moberg ha quasi sedici anni quando assiste all’assassinio del padre, Oscar Moberg, freddato nel parcheggio di un centro commerciale da una mano assassina che la ragazza, raggomitolata sul sedile di dietro, non riesce a vedere in volto.
Da quel momento in poi, la sua vita cambia radicalmente e non solo perché da un giorno all’altro viene privata del padre più amorevole del mondo, che amava raccontarle le fiabe della tradizione nordica (era infatti svedese) e la coccolava come se fosse ancora una ancora bambina; subito dopo questo evento, Lucia – detta Luc – si trova ad affrontare un altro, enorme trauma: sua madre, infatti, incapace di accettare la morte del marito e di prendersi cura di Luc, tenta il suicidio lanciandosi da una roccia a strapiombo sul mare. Anche questa volta la ragazzina è testimone impotente dell’evento, ma fortunatamente i soccorsi fanno in tempo a strappare la donna alla morte.
Tra le conseguenze dell’incidente, c’è però un’amnesia che getta Luc nello sconforto, senza un padre e con una madre la cui memoria è rimasta ferma a quindici anni prima, quando lei era appena nata. A indagare sull’assassinio di Oscar Moberg è Greta Hurd, investigatrice quarantenne della squadra omicidi indurita dagli anni passati a investigare sui crimini più efferati. Secondo la donna e il suo collega Moe, quello di Moberg non è un semplice tentativo di rapina sfociato nel sangue: secondo loro dietro c’è molto di più, e un rapimento inaspettato presto darà ragione ai due poliziotti.

“I fuochi del Nord” è un romanzo notevole anche per l’approfondimento dei caratteri dei personaggi: nessun particolare è lasciato a caso e la psicologia dettagliata che sottende ai protagonisti regala al libro una vividezza pazzesca, che ricorda molto quella dei film. Un romanzo assolutamente da leggere, che non somiglia a nulla se non a una fantastica, rocambolesca e mitica avventura costantemente in bilico tra il bene e il male, tra la realtà e la più sfrenata fantasia.

© Riproduzione riservata

Confronta il prezzo su:
Amazon
IBS

lascia il tuo commento 

I libri più cliccati oggi

Ami leggere?

Seguici, commenta le recensioni e consiglia i libri migliori da leggere

Novità libri

Scrivi una recensione

Diventa un collaboratore

Siti amici

sei uno scrittore?

Segui i nostri consigli e promuovi il tuo libro gratis con Sololibri.net

Consigli per scrittori

Ti presento i miei... libri

Uno scrittore ci racconta un libro

Seguici

Twitter Google Plus