Homo consumens - Zygmunt Bauman

Recensione di - 29-03-2012
Scheda libro e prezzo su:
Amazon
IBS
Homo consumens - Zygmunt Bauman

Lo sciame inquieto dei consumatori e la miseria degli esclusi

Sebbene l’aggettivo sia un poco fuori dagli schemi se riferito ad un saggio, azzardo a definire gustosa quest’opera: perché non si legge, si inghiotte. I libri di Bauman si fanno capire e tutti li possono applicare alla propria piccola quotidianità.

Leggendo quest’opera capiamo che se l’insoddisfazione è diventata parte di noi, non è un caso, invischiati come siamo nel bisogno di identità/appartenenza che ci porta ad anticipare mode ed acquisti. Ci accorgiamo di avere la memoria corta e che questo è necessario per mantenere in piedi la società dei consumi; ci accorgiamo anche che questo sistema, a dispetto delle promesse, deve mantenerci insoddisfatti per definizione, perchè se fossimo soddisfatti di ciò che abbiamo, scivoleremmo nella stagnazione economica, e la sola parola ci fa rabbrividire!

Non è forse vero che il PIL, la misura ufficiale delbenessere della nazione, si misura in base alla quantità di denaro che le persone si scambiano le une con le altre?

Illuminante il capitolo che spiega il passaggio dall’uomo politico all’homo consumens. Non siamo più una comunità incentrata sulla procrastinazione della soddisfazione dei desideri, ora l’obbligo di consumare ci viene propinato come libertà e la comunità è sostituita dallo sciame: effimero, senza gerarchie, che non segue ordini superiori, ma solo la fede nel numero.

In una situazione del genere i poveri sono consumatori difettosi, soggetti inutili responsabili della loro incapacità: la costruzione sociale del povero pone l’accento sul bisogno di controllarne gli aspetti pericolosi, non più sull’aspetto solidaristico o sulle sue potenzialità lavorative, con la conseguenza che la paura e la separazione aumentano ed alimentano se stesse.
Sembra una descrizione molto fosca della nostra società, eppure Bauman non abbandona mai le speranze: spingendoci a prendere coscienza delle nostre responsabilità, ci incita a rispondere affermativamente alla domanda che ha segnato la nascita dell’uomo come essere morale: "Sono forse io il custode di mio fratello?".

© Riproduzione riservata

Confronta il prezzo su:
Amazon
IBS

lascia il tuo commento 

Altri libri e news correlati a Zygmunt Bauman

I libri più cliccati oggi

Ami leggere?

Seguici, commenta le recensioni e consiglia i libri migliori da leggere

Novità libri

Scrivi una recensione

Diventa un collaboratore

Siti amici

sei uno scrittore?

Segui i nostri consigli e promuovi il tuo libro gratis con Sololibri.net

Consigli per scrittori

Ti presento i miei... libri

Uno scrittore ci racconta un libro

Seguici

Twitter Google Plus